Essere un imprenditore. Come trasformare un sogno in realtà.

imprenditore

Esistono tante persone che vorrebbero essere imprenditori di loro stessi e mettere in atto i loro sogni. Quello che succede nella maggior parte delle volte è che le persone sono bloccate dalla paura di sbagliare, paura di perdere i soldi, paura di non avere abbastanza know-how, paura di non essere all’altezza della situazione, paura di lasciare un lavoro da dipendente, e così via… Io personalmente conosco tantissime persone così. E tu? Conosci qualcuno così? O sei tu in questa situazione?

Fare l’imprenditore: Vuoi fare lo spettatore o vuoi giocare il gioco della tua vita?

Fare l’imprenditore non è una strada facile. Ma cos’è facile nella vita? Anche per fare i dipendenti bisogna studiare tanto e spendere tanti soldi per laurearsi se vuoi avere una posizione migliore all’interno di un’azienda.

La realtà dei fatti è che la vita si assomiglia a una partita di calcio. Ci sono tante persone che guardano e ci sono pochi che entrano in campo per giocare.

Adesso immagina che hai molta voglia di fare un qualcosa. Hai un sogno o hai avuto una grande idea e vuoi metterla in pratica. Però, sei uno di quelli che non è mai entrato in campo e sei stato sempre fuori ad osservare.

Quali sono se possibilità che la tua idea funzioni? Sai quando lo saprai?

Solo quando deciderai di mettere il piede sul campo e comincerai a giocare!

Molto probabilmente le tue prime mosse non saranno quelle giuste, prenderai tante botte, il gioco sarà molto difficile, ma non puoi mai lasciare che la paura di giocare blocchi lo sviluppo del tuo gioco.

La prima cosa che bisogna fare prima di entrare in campo è crederci. Credere che il tuo sogno sia possibile è il primo passo per far sì che un obbiettivo diventi realtà. Non devi nascere ricco, non devi lasciare il tuo lavoro da dipendente subito. La cosa più importante è fare dei piccoli passetti nella direzione giusta e con la costanza necessaria.

 

Fare l’imprenditore in Italia: Cambia il tuo mindset!

 

Io non sono nato qui in Italia, e sono arrivato qui quando avevo ormai quasi trent’anni, ma mi sono accorto subito di una cosa. L’italiani sono culturalmente difensivi ed evitano al massimo il rischio soprattutto per la paura. Quindi, se sei italiano e stai leggendo questo post, credimi. La possibilità di avviare un’attività di successo anche se siamo in Italia è possibile. Basta trovare i mezzi giusti per farlo. E soprattutto accettare i piccoli errori e sconfitte che capiteranno all’inizio. L’importante è sbagliare poco, riconoscere gli errori, aggiustare il tiro e ripartire ancora più accaniti di prima. Credere è la parola d’ordine e bisogna essere sempre fiducioso che il seme che hai piantato diventerà un bell’albero pieno di fiori.

Nessun imprenditore che abbia cominciato un’attività da capo è partito da sopra, ma ha costruito la sua strada passo dopo passo. Gli esempi in tutto il mondo sono tanti. Cerca di individuare quelli che hanno cominciato così nella tua nicchia di mercato e cerca di trarre ispirazione da queste persone. Partecipa agli eventi dove sono presenti anche loro, anche se sono eventi online. Guarda tutti i video disponibili, seminari, conferenze, contenuti scritti, blogs, interviste, ecc. Studia e cerca di capire dove hanno sbagliato e dove hanno fatto la mossa giusta per arrivare dove sono arrivati senza aver mai desistito di portare avanti i loro sogni.

 

Ma, avrò anch’io un profilo da imprenditore?

 

Tutti pensano che per fare l’imprenditore ci vuole un profilo specifico, che per gestire un business ci vuole il “profilo da imprenditore”.

Questo è un concetto che secondo me non ha nessun senso e che finisce per rallentare o bloccare completamente tante attività che potrebbero funzionare.

Essere un imprenditore è semplice, anche se semplice non vuol dire facile. Chi ha letto il mio libro Guerra della persuasione sa benissimo la differenza tra questi due concetti.

La strada da percorrere è piena di pietre e abissi molto pericolosi. Lo sforzo, la dedizione ed il sacrificio devono essere costanti per riuscire a vincere tutte le sfide. Però, non esiste uno sforzo maggiore che lavorare con qualcosa che non ti piace ed essere insoddisfatto ogni giorno della tua vita aspettando solo che arrivi il venerdì.

Quando dico che fare l’imprenditore è semplice, intendo dire che non esiste un profilo specifico per iniziare un business. Persone comuni come me e come te non hanno niente di diverso dai grandi imprenditori. L’imprenditore non è necessariamente quello con più studio o il più intelligente.

Essere un imprenditore vuol solamente dire entrare in campo e giocare mentre gli altri stanno li a guardare. Prima o poi imparerai a giocare e tirerai fuori anche tu le tue mosse migliori.

Allora cosa aspetti per cominciare?

Se ti piace il post e vuoi sapere di più su come sviluppare il tuo business scarica il mio ebook gratuito Come creare il business che amo a costo zero in questo link.

Iscriviti alla mia newsletter, metti il mi piace e condividi sui social con i tuoi amici.

Bruno Guerra

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...