Google Remarketing. Cos’è? Come farlo?

google-adwords-remarketing

Se hai un business e ancora non lo pubblicizzi su Google, stai perdendo tempo e magari guadagnando meno soldi di quello che potresti! Il più grande sito di ricerca del mondo online è uno strumento molto potente nel marketing digitale. In questo post vi spiegherò un modo di fare degli annunci sulla rete display di Google e che può generare risultati incredibili per la tua attività.

 

Cos’è Google Remarketing?

Il Google remarketing per me significa essere nel posto giusto e nel momento giusto. Con questo strumento si riesce a raggiungere persone che hanno già fatto qualche accesso nel tuo sito o applicativo. Queste persone saranno bombardate dai vostri annunci mentre staranno a navigare su internet all’interno dei siti che appartengono alla rete display di Google o quando andranno a ricercare su Google termini relativi al tuo marchio o prodotto.

 

Come fare il Google Remarketing?

Si possono creare le campagne di remarketing in Google usando 4 step:


1. Scegliere la configurazione della campagna

Il remarketing può essere visualizzato tanto in siti che appartengono alla rete display, quanto nel proprio Google quando la persona realizza delle ricerche con le parole relative alla vostra azienda o prodotto. Perciò, il primo passo per crearsi una campagna di remarketing è quello di scegliere se si vuole usare la rete display o una rete di ricerca.


2. Aggiungere la Tag di remarketing al sito o applicativo

Per far sì che gli annunci vengano visualizzati è necessario aggiungere il tag di remarketing al sito o applicativo. Il Tag è un codice che aggiunge i visitatori del tuo sito o applicativo agli elenchi di remarketing, ed è così che ci si riesce a segmentare le campagne di questo tipo.

3. Creare degli elenchi di Remarketing

Con il tuo sito o applicativo codificato per il remarketing, puoi cominciare a creare degli elenchi di remarketing. Così potrai avere un elenco specifico, come per esempio le persone che sono andate a vedere la pagina del prodotto più venduto. Gli elenchi sono creati da te, ma l’importazione dei visitatori è fatta automaticamente tramite l’ID del loro cookie e delle regole per gli elenchi che dovrai seguire.

 

 

4. Creare le tue campagne di Remarketing

Seguendo tutti i passi precedenti, sarai pronto ad utilizzare le campagne di Google remarketing. L’ultimo suggerimento è quello di creare delle campagne con dei messaggi specifici sul prodotto che viene annunciato, così riuscirai ad ottimizzare molto di più il ritorno sull’investimento.

Spero che l’introduzione a questo argomento sia piaciuta e possa essere utile in qualche modo. Se vuoi altri articoli come questo, lascia un commento, metti un mi piace, condivi questo post sui social e non dimenticare di iscriverti alla mia newsletter se vuoi sapere tutte le novità del web marketing ogni giorno.

 

Bruno Guerra

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...