Come strutturare una campagna di Marketing Digitale.

gerenciamento-de-midias-sociais

Molti mi chiedono come iniziare una campagna di Marketing online. Perché ormai si conosce l’efficienza del marketing digitale soprattutto nella fase di targetizzazione dei Lead e nella gestione quasi automatica di tutto un funnel.

Così ho deciso di separare in modo semplice le fasi principali di una campagna:

1- SCELTA DELLA NICCHIA DI MERCATO
2- PIANIFICAZIONE DEL TARGET (fisica e pisicologica)
3- CREAZIONE DI UN BLOG E UNA LANDING PAGE
4- SCELTA DEI CANALI DI COMUNICAZIONE PER ATTRARRE LA PERSONA ALLA LANDIND PAGE
5- CONSEGNA DI MATERIALE GRATUITO IN CAMBIO DELL’INDIRIZZO MAIL
6- SVILUPPO DI UN RAPPORTO CON IL LEAD PER LA CONVERSIONE IN PROSPECT TRAMITE CONTENT E MAIL MARKETING
7- USO DEL COPYWRITING PER L’AUMENTO DELLE CONVERSIONI.
8- STUDIO DEI PARAMETRI DI CONVERSIONE PER CAPIRE IL RITORNO SULL’INVESTIMENTO.

1- LA SCELTA DELLA NICCHIA DI MERCATO:

Qualsiasi persona che abbia una conoscenza o un’abilità specifica è in grado di diventare un grande imprenditore digitale (se così può essere chiamato), perché i numeri di questa grande rete permette a qualsiasi persona di arrivare a chiunque in tutto il mondo, e in questo caso, diventiamo tutti possibili acquirenti di un qualcosa. Basta trovare le persone che siano interessate a quello che proponi. Anche qua lo web ci aiuta, perché possiamo ancora prima della creazione di un prodotto digitale, capire quello che il tuo audience vuole, e possiamo costruirlo su misura. Quindi, trova la tua specialità e buttati!!!

2- LA PIANIFICAZIONE DEL TARGET:

Questa per me è la parte più importante. Qua bisogna andare oltre alla parte fisica, come area geografica, età, sesso, e così via… In questa fase bisognerebbe approfondirsi proprio nel cervello del vostro target. Quali i suoi sogni, desideri, paure e frustrazioni? Perché tutte le scelte che facciamo sono basate su una spinta emotiva collegate proprio ad un sentimento. Il nostro prodotto diventa la soluzione per il problema del cliente. Perché se non è così, sarà come cercare di far ingoiare quel prodotto al cliente a tutti i costi e sicuramente non è quello che vogliamo. Perché anche se il cliente avrà un interesse minimo, si finirà sempre per parlare di prezzo, ed il prezzo dovrebbe essere una delle ultime obbiezioni del cliente.

3- CREAZIONE DI UN BLOG E UNA LANDING PAGE

Perché crearsi un Blog e una Landing page? La risposta è semplice…
Se tu non hai ancora nessuna presenza online per generare l’audience, qual’è il modo più semplice per creare e condividere contenuto? Penso che non ci sia modo più semplice che la creazione di un blog. Scrivere è ancora il modo più semplice ed efficace per parlare ad un pubblico senza spendere molti soldi. Ovviamente la creazione di un video è molto più potente, ma in questo caso bisogna capire un po’ come editare i video (che è abbastanza semplice) e prendere la mano davanti alle telecamere. Sicuramente è una cosa che non piace a tutti, ma se esci dalla tua zona di confort avrai sicuramente risultati maggiori sopratutto perché potrai andare su canali di video come youtube e potrai attrarre molti più Lead in questa maniera.

Landing-Page-sviluppo

Non voglio approfondire il discorso sulla landing page perché ci sarebbe molto da dire, ma la Landing page è proprio l’inizio del cosiddetto imbuto. Perché tutti quelli interessati ai vostri annunci tramite facebook, google, youtube, ecc… saranno indirizzati a questa pagina di cattura dove entra la miglior e più semplice strategia basata sulla leva mentale della reciprocità (Robert Cialdini). Offriamo un qualsiasi materiale gratuito che sia collegato all’annuncio che ha portato la persona alla nostra landing page, come un ebook o audiobook, e che abbia già un contenuto che possa aggiungere valore nella risoluzione del problema di quella persona. La persona sarà così contenta che vi lascerà la mail senza farsi domande e sarà contenta di ricevere altro materiale tramite quella stessa mail. E così l’esca ha funzionato!!!

6- SVILUPPO DI UN RAPPORTO CON IL LEAD PER LA CONVERSIONE IN PROSPECT TRAMITE CONTENT E MAIL MARKETING

Saltiamo i punti 4 e 5 che sono stati collegati al punto 3, e andiamo direttamente allo sviluppo di questo rapporto con la nostra Lead. Con il primo materiale gratuito abbiamo messo il tarlo in testa al possibile acquirente del nostro prodotto, e abbiamo fatto capire che possiamo offrire molto di più e risolvere in modo ancora più profondo il suo problema. Così, tramite una serie di mail con tecniche di copywriting, o anche video per chi lo può fare, andiamo ad aumentare l’interesse della nostra Lead senza offrire niente ancora, ma ovviamente incitando la curiosità che aumenterà sempre di più, soprattutto con l’uso di leve mentali varie che porteranno la Lead alla fase di Prospect.

7- USO DEL COPYWRITING PER L’AUMENTO DELLE CONVERSIONI

Qua arriviamo alla fase finale in cui la Lead fredda è stata “riscaldata” fino a diventare un prospect. Nel frattempo, tramite il rapporto che si è sviluppato abbiamo risposto alla maggior parte delle obbiezioni di questo possibile cliente e siamo pronti ad offrire il prodotto che vogliamo vendere. La fase di creazione dell’offerta del prodotto è quella più impegnativa ci vorrebbe tutto un libro scritto per descriverla passo dopo passo. Quindi, quello che vi dico è che sicuramente l’uso del copywriting ha il suo potere nel risultato finale delle conversioni ed è tra le ferramenta principali di tutto il processo.

8- STUDIO DEI PARAMETRI DI CONVERSIONE PER CAPIRE IL RITORNO SULL’INVESTIMENTO

Abbiamo venduto, incassato i soldi, siamo contenti e tutto è finito li.

NO!!!

Manca l’ultima fase della nostra campagna. Bisogna studiare in profondità tutto quello che è successo all’interno del nostro imbuto. Dal primo approccio alla landing page fino all’ultima conversione, per migliorare il sistema sempre di più e per capire sopratutto, e qua arriva il più importante, quale ritorno ho avuto sull’investimento fatto.
E questo per me è il principale differenziale del web marketing sul marketing tradizionale. Dove nel marketing tradizionale non hai nessun controllo sulle statistiche di conversione però nel web marketing si, e al 100%.

Bruno Guerra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...